Truffe online e metodi che non fanno guadagnare

Guadagnare con PostePay? Truffa vecchia

Postato in truffe.

truffa postepay
Foto di David Neubert.

Il metodo per "guadagnare" con la PostePay, la carta ricaricabile Visa distribuita da Poste Italiane, era un metodo di "guadagno" (nota le virgolette) che andava purtroppo molto di moda qualche anno fa ma che non è scomparso ancora del tutto.

Ci sono ancora siti che lo consigliano, email che girano e gente che ci casca ancora. Ma in cosa consiste di preciso questo metodo?

Il funzionamento è molto semplice: ti arriva una email che in una lunga premessa ti spiega come l'affarista di turno, inizialmente scettico, dopo essersi convinto a provarci avesse guadagnato 10.000€ in pochi giorni investendone solo 5.

E poi trovi una lista di 5 persone col loro numero di carta PostePay e indirizzo email:
1. Tizio A;
2. Tizio B;
3. Tizio C;
4. Tizio D;
5. Tizio E.

Il tuo compito sarebbe quello di ricaricare il Tizio A di 5€ e poi aggiornare la lista prendendo tu il posto del Tizio E, facendo salire il Tizio E alla posizione 4, il Tizio D alla 3, il Tizio C alla 2, il Tizio B alla 1 ed eliminando il Tizio A dalla lista.
E poi mandare questa email aggiornata a più gente possibile in modo che sarai poi tu, quando salirai al posto 1, a ricevere le ricariche da 5€. Secondo un loro ragionamento almeno un 25% delle persone contattate ti farà la ricarica e tu farai soldi. Percentuale che sarebbe irreale anche per un metodo di guadagno vero.

Il metodo descritto è la più classica delle catene di S.Antonio, soltanto "informatizzata" ed adattata alla PostePay. Chi ci avrà guadagnato, e molto magari, saranno stati gli inventori della lista e coloro che l'hanno fatta girare per primi. Coloro che vi hanno aderito quando il metodo era ormai sputtanato non hanno guadagnato nulla ma hanno solamente perso i loro 5€.
Inoltre le catene di S.Antonio sono illegali.

Nel corso degli anni il metodo si è leggermente modificato e raffinato per tentare di catturare nuove persone.
Ha assunto nomi come Multi Level Marketing (spesso sinonimo di catena di S.Antonio) o di "sistema di marketing" (quando in realtà il marketing è tutt'altra cosa) ed ha introdotto l'elemento dell'ebook. Dopo aver pagato i 5€, dovevi mandare una mail al Tizio A comunicandogli l'ora e la data della ricarica e lui, una volta verificato il pagamento, ti inviava un manuale in ebook che tu a tua volta potevi rivendere con lo stesso sistema.
Comunque lo si rigiri rimane uno schema piramidale, illegale e che non fa guadagnare assolutamente nulla se non i soldi di quei pochi disgraziati che ci cascano.

A distanza di anni per fortuna la gente è meno ingenua, almeno rispetto a questo metodo della PostePay, truffa ormai rinomata.
Ma nonostante tutto ci sono ancora alcuni che ci cascano. Spero che questo articolo sia utile a coloro che incerti, hanno deciso saggiamente di informarsi prima.

Articoli che ti possono interessare: