Revenue Sharing: cos'è e come funziona

50 euro rex roof

Revenue sharing in italiano significa "condivisione dei guadagni" ed è un modello di business (conosciuto anche come Adsense revenue sharing, article marketing o paid to write) di chi scrive articoli per pubblicarli in particolari siti web che permettono agli autori di guadagnare tramite Google Adsense. La revenue sharing si può applicare anche ad altre attività ma in quest'articolo ci concentremo maggiormente sulla creazione dei contenuti, un settore in cui viene adottata spesso.

Un sito di revenue sharing (conosciuti anche come paid to write) è un portale che pubblica gli articoli scritti dagli utenti. In cambio dell'articolo il sito farà visualizzare, nell'articolo stesso, la pubblicità di Google Adsense con il codice dell'utente che l'ha scritto.
In questi siti si può scrivere anche per ottenere link verso il proprio sito (fare cioè link popularity) o visibilità, ma in questo articolo ci concentreremo sulla revenue sharing.

Google Adsense è il sistema pubblicitario di Google che genera automaticamente annunci pubblicitari in tema con l'argomento della pagina in cui sono messi.
Iscrivendoti a Google Adsense otterrai il tuo codice personale che dovrai dare al sito paid to write per fare in modo che nei tuoi articoli vengano visualizzati (di solito tra l'80 e il 100% delle volte) i tuoi annunci Adsense.
Viene utilizzato Google Adsense perché è senza dubbio il sistema pubblicitario più utilizzato al mondo e migliore per quanto riguarda la pubblcità contestuale.

Quindi in altre parole, se scrivi un articolo per un portale paid to write, nel tuo articolo uscirà la tua pubblicità di Adsense e quindi guadagnerai dai click fatti su quegli annunci.

Dunque non guadagnerai una cifra fissa per ogni articolo pubblicato, ma sarà variabile a seconda del numero di visualizzazioni, e di conseguenza di click sugli annunci, che riceverà.
Potresti guadagnare poco o niente o diversi euro per articolo (c'è chi è arrivato a farne diverse decine con un solo articolo), tutto dipende da quanto bene avrai scritto l'articolo, quanto sarà interessante l'argomento e quanto è visitato il sito paid to write su cui lo pubblicherai.

Sicuramente ci sono molti professionisti che guadagnano molto di più pubblicando i loro articoli nei propri siti o venendo pagati un prezzo fisso per articolo.
Se però hai un blog poco visitato o non sai come gestirlo e promuoverlo, e considerando che molti famosi network italiani pagano i propri articolisti non più di 5€ a post, dovresti prendere in considerazione l'idea di scrivere su siti frequentati da migliaia di visitatori come i paid to write presenti in questa lista.

In quest'articolo ci siamo concentrati sulla creazione di contenuti visto che è il settore in cui il modello della revenue sharing è più adottato ma in realtà questo modello di business si può applicare anche ad altre attività. Un esempio può avvenire nel campo della pubblicità in cui il professionista non viene pagato dall'azienda con un costo fisso ma guadagnerà una percentuale sugli eventuali buoni risultati che riuscirà a portare all'azienda.

Foto da Flickr.